Lo studente competitivo come due palle in un perizoma

La competizione è una cosa buona, aiuta a migliorarti, aiuta renderti più forte e resistente alla vita. La competizione dovrebbe essere quindi una cosa buona ed utile ma diciamocelo, la competizione forsennata è solo a gara per essere il maschio alfa o la donna con il culo più alto. La competizione, almeno nel mio ambito, quello sanitario, è palesemente inutile e controproducente.

Gli stacanovisti tristi: sono quelli che lavorano, lavorano, lavorano e poi scoppiano, diventano serial killer, uccidono e diventano i protagonisti di testi di gruppi death metal o gli argomenti dei prossimi talk-show in cui c’è Salvini.

Le tigricagne panterate: competizione a mille perché poi “so fica, so bella e faccio le pompe con la ciambella”. Valica ogni limite, sociale, morale, antropologico, umano per arrivare al proprio obiettivo, con metodi poco ortodossi come rimanere di più del dovuto perché così mo guardano, flirtare con i capi, condividere su facebook foto in camice con scritto “TT qll le volevo fr”, dire che salva vite, descrivere la sua vita a metà fra ER, Dr.House e il mondo di Patty. Invece di cercare collaborazione tenta di azzoppare, uccidere o bruciare ogni suo concorrente indicendo Jihad sociali contro i poveri cristi che sono suoi colleghi. Il suo futuro sarà essere arsa viva nel parcheggio delle ambulanze nel giubilo della folla festante ed ubriaca.

Il simpaticone inculatore: amicone, mr. Simpatia e persona retta e corretta nella vita lavorativa di tutti giorni ha un attacco mirato, tipo l’OKI, che figurativamente si insinua nel tuo orifizio anale e ti sfonda pure il pancreas, sempre figurativamente che equivale al letterale certe volte. Il concetto che gli si addice è “pezzo demmerda” che poi è facile come associazione.

Essere competivi entro la norma serve e serve anche essere incazzosi e stressati ma poi se siete un dildo da elefanti nel culo e pure i comatosi catatonici vi sputano in faccia non lamentatevi.

Advertisements

3 thoughts on “Lo studente competitivo come due palle in un perizoma

  1. HAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHHAH sante parole, che cazzo io sarò la prima a bachettare davanti il rogo. Cagne maledette, smartellatrici di palle altrui.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s