Quando l’economia sbaglia

Svegliatevi, lavatevi, vestitevi con la vostra migliore camicia, accendete, la macchina, prendete il treno, il bus, il tram, sedetevi, scrivete, scherzate, sparlate, sedetevi, scrivete, convivetevi che la vostra vita è la migliore che possiate avere, ritornate, mangiate, dormite, ripetetevelo ogni giorno, ogni santo giorno, insegnate ai vostri figli che la vera felicità è lavorare per persone a cui dovranno sottostare, che il loro destino è in mano a una persona che vale più di loro e insegnateli che esistono persone che valgono meno di loro, ditegli che i sogni sono da checche, che essere se stessi non paga, che i dottore non mente, che l’avvocato è onesto, che il povero se lo merita, ditegli che inseguire se stessi è da stupidi e che correre rischi è da idioti, ditegli che il mondo è così e non si discute, che parlare di cose alte è per persone alte e che alti non ci diventeranno mai, ditegli che l’amore conviene solo se è a costo zero e che buttarsi a capofitto non serve mai, raccontegli che gli amici valgono finché servono, fategli capire che vivere con un bella TV, una bella macchina, un bella moglie e un cane è il massimo a cui devono aspirare, ditegli anche che girare lo sguardo non solo è utile ma è obbligatorio, ditegli che il conto in banca che levita è l’unica emozione che conta e che il resto lo fai per non annoiarti, che l’unico vero credo è se stessi, che arraffare mentre non ti guardano è giusto, che atteggiarsi per scopare aiuta molto, che gli altri non devono essere come vogliono e che se vogliono essere liberi lo devono essere sottovoce e a casa loro. Ma ascoltate e guardate i vostri figli, prendete esempio dalla loro irregolarità, dal loro estro, dalla loro emozione, dalle loro vocazioni, prendete esempio dal loro idealismo, dalla loro mano sempre aperta, dalla loro disorganizzazione, capite il loro essere, imparate che il rischio è bello e che l’economia ha sbagliato, guardate il loro sudore e le loro lacrime che cadono per i loro sogni, sedetevi e ammirate la loro passione, il loro entusiasmo e la loro testardaggine. Ammirateli e imparate che forse l’economia del rischio ha sbagliato.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s